|
|
|
|
|
Beb Aurora di Salato Annamaria C.F. SLTNMR65A57C125P - Santa Maria di Castellabate via Cavour n. 2- Parco Nazionale del Cilento - tutti i diritti riservati
© Copyright B&B Aurora - google
B&B Aurora
Santa Maria di Castellabate

Bed & Breakfast Santa Maria di Castellabate

Ligea vide sua sorella Partenope lanciarsi giù dalla rupe, bellissima come l’aveva sempre ricordata. Ed era così persino in quel momento, mentre il corpo della sirena <http://www.storiedifantasmi.it/campania/napoli/leggende-sirene-partenope-leucosia-ligea/>, volava a velocità folle contro gli scogli che affioravano dal mare. Un rumore sordo, soffocato. Carne lacerata, ossa spezzate. Ligea urlò, presa dal terrore. Ancora tremante trovò il coraggio di affacciarsi. La spuma bianca del mare era tinta di sfumature vermiglie, mentre le onde lambivano il corpo senza vita e la lunga pina argentata di quella che una volta era stata sua sorella, la sirena Partenope.
La nave di Ulisse si allontanava all’orizzonte, mentre l’aria riecheggiava ancora delle urla di quell’uomo legato all’albero, ossesso, invasato. Con la bocca scossa dai singhiozzi e della rabbia, Ligea maledisse quegli uomini.
Poi sentì un tuffo. Si voltò: sua sorella Leucosia era scomparsa nel mare. Poco distante la sua code emerse solo per un flebile momento, prima di inabissarsi per sempre, prima di allontanarsi chissà dove.
Per Partenope fu la rabbia, la frustrazione del fallimento. Per Ligea fu invece l’oppressivo senso di solitudine che la pervase all’improvviso, potente come colpo sferrato con ferocia e cattiveria. Non resistette nemmeno lei. Un’intera vita condannata a sentirsi sola, senza le sue amate sorella.
E fu così che la sirena Ligea prese la stessa decisione di sua sorella Partenope.
Ligea attese ancora qualche giorno. Aspettò che il mare scatenasse la sua furia, in una di quelle spaventose tempeste che negli anni lei aveva imparato e temere. Il cielo era grigio e terribile come un tiranno di piombo, mentre le onde del mare erano muri d’acqua che si abbattevano sugli scogli. Quello che era stato il suo mondo sarebbe stato anche la sua tomba.
La sirena si lasciò cadere nel mare. Si abbandonò completamente a esso. Lasciò che fossero i flutti a decidere della sua vita.


Camera Ligea
- 3 Posti Letto
- Bagno in camera
- Aria Condizionata
- Tv
- Kit Cortesia
- Asciuga Capelli